Un, due, tre e l’Atletico vola
Un, due, tre e l’Atletico vola
06/12/2018
Un, due, tre e l’Atletico vola

Terza vittoria consecutiva, nel momento in cui la testa della classifica diventa, oltre che un onore, anche un onere. Tutti pronti per battere la capolista, che però non ha voglia di mollare. Questo quello che si deduce da una serata fredda ed uggiosa, che s’identifica in un recupero infrasettimanale invernale sul campo di Ozzano. I biancorossi di Mister Treggia, che non meritano assolutamente la classifica che occupano, se la giocano, schierando dal primo minuto bomber Ricupa ed il primo tempo infatti registra una sola occasione a favore dei padroni di casa che vedono un bel tiro di Steccanella, ruzzolare a lato dei pali difesi da Super Piccio, ovvero Simone Piccirilli.

La squadra di Marrese ha padronanza di gioco, ma non riesce ad avere la profondità solita: Cavallaro e De Brasi incrociano l’ex compagno delle domeniche passate, Gabriele Cazzola, ma non riescono a finalizzare come gli è solito fare.

Primo tempo che si chiude senza reti e con l’uscita anzitempo di Evangelisti, ben sostituito da Peppe Sanso.

Ripresa diversa: gli ospiti ci credono, e soprattutto ci provano. In poco più di cinque minuti quattro occasioni da goal capitano, la prima sulla testa di Arcesilai che raccoglie un corner di Cavallaro, ma incrocia fuori di poco. La seconda occasione nasce dai piedi di Goggiani, che conquista palla dopo un contrasto con due avversari e calcia ma Siracusa para con maestria. La terza opportunità nasce da un dribbling prolungato di Soltana sulla destra ed il suo pallone infiltrante insidioso, non trova il piede giusto dei compagni e dopo un batti e ribatti la palla viene respinta dalla difesa ozzanese fuori dall’area. Quarta occasione, questa volta per il “cobra” De Brasi che sfrutta un’indecisione difensiva e colpisce con sicurezza ma Siracusa e compagni rimediano.

A circa quindi dal termine il preludio al goal, ed il goal: una punizione di Cavallaro trova la testa di Macaluso che incrocia bene di testa e di forza, ma la palla fa la barba al palo ed esce. Neppure un giro di lancette e proprio mentre l’Atletico Castenaso mostra le giocate migliori, ecco che un cross di Arcesilai, ormai rifinitore acquisito, trova ancora la testa di Macaluso che sfrutta al meglio l’opportunità. Rete importante e pesante per gli ospiti che consolidano il primato.

Finale di partita veemente, dove i padroni di casa provano in tutti i modi di raggiungere il pareggio, ma sotto pressione e con qualche difficoltà, Compagnucci e compagni reggono l’urto e portano a casa il bottino pieno. 

Dopo cinque minuti, più uno, il Signor Predieri fischia la fine delle ostilità.

Ed ora per entrambe le squadre è d’obbligo recuperare le forze in vista dell’impegno domenicale.


OZZANESE – ATLETICO CASTENASO 0-1 (0-0)

Marcatori: 76’ Macaluso (AC)

OZZANESE: Siracusa, Bisconti, Putignano, Cazzola, Marchesi, Grandi (82’ Daidone), Livi, De Souza, Steccanella (77’ Naldi), Musio (58’ Cuppini), Ricupa (63’ Cobosneanu)

A disposizione: Nobili, Menegatti, Arcangeli, Marino.

Allenatore: Claudio Treggia

ATLETICO CASTENASO: Piccirilli, Pirelli, Galluccio, Compagnucci, Arcesilai, Lucca, Evangelisti (42’ Sanso), Goggiani (57’ Macaluso), De Brasi (87’ Mari), Cavallaro, Soltana

A disposizione: Cisse, Ferrarese, Corazzari, Veronesi, Musiani, Grosoli

Allenatore: Michele Marrese


Arbitro: Sig. Roberto Predieri di Faenza

Inizio pagina