Una sconfitta quasi indolore. Complimenti al Borgo, comunque…
Una sconfitta quasi indolore. Complimenti al Borgo, comunque…
18/03/2019
Una sconfitta quasi indolore. Complimenti al Borgo, comunque…

La partita dell’anno, se così si può dire, per quel che riguarda il Girone “E”. La squadra di Michele Marrese si presenta al campo di Via Bottonelli, dove il “verde” è un lontano ricordo, un po' incerottata ma senza alibi, avendo a disposizione la “rosa” giusta. Galluccio a bordo campo, De Brasi e Cavallaro utilizzati con il contagocce, ma la squadra come sempre dimostra di avere varie soluzioni e lo dimostra in campo. Il primo quarto d’ora però è fatale agli ospiti che subiscono dalla squadra ben disposta di Mister Brunetti, un doppio colpo che potrebbe tagliarti le gambe. Ed un po' cos’ avviene. Prima una punizione di Don Santostasi trova la testa di Hammami, difensore giunto a quota 9 (non male…), forse un po' dimenticato da una soluzione difensiva nel caso non impeccabile. Passano appena tre minuti ed in contropiede e l’under Gabriel Tondi trova il varco giusto per superare l’ex Piccirilli. L’uno-due scuote gli ospiti che provano a rialzarsi ed alla mezzora sfiorano il goal con Evangelisti ma Baattout dimostra essere quel portiere che in genere “porta-punti” alla propria squadra. Un’uscita del numero Uno di casa su Mazzeo, fa gridare al rigore, ma l’arbitro non è dello stesso avviso. Dieci minuti più tardi un angolo di Compagnucci trova la testa di Sanso ma la palla esce di un niente. Prima dell’intervallo un lancio lungo per Sanso vede un difensore intervenire sullo stesso fantasista, colpendolo in maniera non chiara, ma che per l’arbitro Signorina Marina Utili, vale il rigore assegnato. Sul dischetto Evangelisti che con un tiro preciso e secco dimezza. L’intervallo e la rete allo scadere galvanizzano gli Atletico’s che si presentano in campo con un atteggiamento più concreto. Di contro il Borgo però applica alla lettera la ragnatela richiesta dal proprio Mister, concedendo pochissime sbavature e controllando bene le seconde palle. Dopo appena tre minuti però c’è un batti e ribatti in area piccola di casa, sul pallone si avventa Arcesilai ma in una selva di gambe la deviazione fortuita concede solo un angolo. A venti dal termine c’è una buona occasione per Sanso che però non sfrutta al meglio l’angolazione buona. Anche il subentrato De Brasi incrocia perfettamente ma la palla si alza di un nulla sopra la traversa. Arcesilai abbandona la difesa e si proietta in attacco, come i compagni per cercare il pareggio e con un lancio lungo su palla ribattuta, Rondoni si trova da solo a centrocampo con Piccirilli, lo supera, si avvia verso la porta avversaria per depositare la palla della sicurezza, mentre la rincorsa di due avversari non può nulla. Partita finita? Neanche a dirlo. Evangelisti si carica sulle spalle la “fotta” dei suoi e segna ad incrociare sulla sinistra, riaprendo i giochi a quasi due minuti dalla fine nel recupero. Il triplice fischio mette fine a tante ipotesi, la prima quella di conservare nel tabellino “lo zero” alla voce sconfitte per l’Atletico Castenaso, che stava diventando un po' il trofeo di tutti gli avversari incrociati.

Un più dieci a cinque dal termine rimane un buon margine per non sprecare una cavalcata storica, ed ora la squadra blaugrana sa di dover combattere solo … contro sé stessa. Di contro il Borgo nelle diatribe istituzionali che gli hanno complicato un po' alcune dinamiche, dimostra di valere la seconda piazza e di poter ambire ad una Promozione in maniera magari indiretta. A fine gara nessuna tensione a dimostrazione di come l’intelligenza calcistica si può dimostrare in tanti modi. E l’Atletico in “Baracchina” a festeggiare comunque, la vetta della classifica, con compagne, moglie ed eredi. Il Bello del Calcio.


BORGO PANIGALE – ATLETICO CASTENASO  3-2  (2-1)

Marcatori: 9’ Hammami, 12’ Tondi, 43’ Evangelisti (R), 92’ Rondoni, 94’ Evangelisti

BORGO PANIGALE: Baattout, Gombia, Hammami, Vassura, Busi, Malagoli (62’ Luppi), Moscato, Santostasi, Tondi, Piscopo (86’ Bartoli), Rondoni

A disposizione: Iacovone, Bonora, Farisco, Giuliani, Negrini, Morgantini, Tavolari

Allenatore: Giuseppe Brunetti

ATLETICO CASTENASO: Piccirilli, Pirelli (89’ Goggiani), Ferrarese, Compagnucci, Arcesilai, Lucca, Evangelisti, Macaluso (60’ Cavallaro), Mazzeo (73’ De Brasi), Sanso, Soltana (81’ Stefanelli)

A disposizione: Cisse, Magliarella, Veronesi, Musiani

Allenatore: Michele Marrese

Arbitro: Marina Utili di Faenza (RA)

Ammoniti: Gombia, Luppi, Santostasi (BP) Soltana (AC)


Stefano Zanerini – Qui Bologna Tv

Inizio pagina